Ho iniziato la mia passione/carriera per la fotografia 15 anni fa più o meno per caso. Mi sono avvicinato a questa originale prospettiva di vedere il mondo non con due occhi ma con un occhio, precisamente il destro.

Con un solo occhio attraverso una lente mi sono acconto che il mondo che vediamo noi con due occhi è veloce e perdiamo molti particolari che osservando attentamente con uno solo. Isolare la nostra vista attraverso uno strumento cilindrico ci permette di selezionare e porre attenzione sui particolari.

Perchè Street creative photos? perchè tante sono le persone che tutti i giorni soprattutto nei centri piu affollati fuggono velocemente da una parte all’altra, da destra a sinistra, in su e giu sia fisicamente che mentalmente perche spesso piene di pensieri che affollano le loro menti. Questo gli isola da quello che hanno intorno, da quello che Dio ha creato e quello che l’uomo grazie a Dio ha avuto la possibilità di inventare e costruire.

Quello che invece la fotografia ha dato a me, e questo mi riempie di gratitudine, è fermarsi ad osservare, questa parola che oggi è quasi scomparsa, perchè le persone al limite guardano ma non osservano. La loro attenzione è catturata da qualcosa che si muove, un rumore, una luce, qualcosa che gli stimola; solo in questo caso dirigono i loro occhi verso qualcosa che forse fino ad allora era familiare ma privo di interesse.

Con le mie fotografie vi voglio trasmettere questo. Sarebbe bello che tutti sfruttassero questo istinto che Dio ci ha dato, e sono convinto che avremmo piu rispetto del mondo dove viviamo perche ci innamoreremo di tutto quello che ci circonda, anche la cosa piu semplice.

A me piace guardare attorno in cerca di particolari anche dentro i particolari, uno sguardo curioso sul mondo, estrarre da un contesto dei dettagli che alle volte sfuggono e dargli vita in una frazione di secondo; questa è la fotografia bloccare qualcosa per sempre, un oggetto animato o inanimato ma anche un ricordo.

“I started my passion / career for photography 15 years ago more or less by chance. I approached this original perspective of seeing the world not with two eyes but with one eye, precisely the right.

With only one eye through a lens, I realized that the world we see with two eyes is fast and we lose a lot of details that we observe carefully with just one.

Isolating our view through a cylindrical tool (a lens) allows us to select and pay attention to details. Why Street creative photos? because there are so many people that every day, especially in the busiest centers, quickly flee from side to side, from right to left, up and down both physically and mentally because often full of thoughts that crowd their minds. This isolates them from what they have around, from what God has created and what men thanks to God had the opportunity to invent and build.

What, instead, the photograph has given to me, and this gratifies me with gratitude, is to stop and observe this word that has almost disappeared today, because people at the border look but do not observe. Their attention is captured by something that moves, a noise, a light, something that stimulates them; only in this case they direct their eyes, view and look  to something that perhaps until then was familiar but without interest.

I like to look around in search of details even in the details, a curious look on the world, extract from a context of details that sometimes escape and give it life in a fraction of a second; this is photography blocking something forever, an animated or inanimate object but also a memory.

With my photographs I want to convey this to you. It would be nice for everyone to exploit this instinct that God has given us, and I am convinced that we would have more respect for the world where we live because we will fall in love with everything around us, even the simplest thing.”