Un giorno ho pensato che un sito come questo potesse essere uno strumento diverso dai tanti social per raccontare La Fotografia. Instagram è un caos di immagini e video che affollano prima le nostre menti e poi i nostri occhi sia come osservatori direttamente interessati a qualcosa che come semplici passanti che ci troviamo catturati quotidianamente da un mondo veloce dove viene documentato ogni secondo della nostra vita nei momenti più disparati.

Ho voluto creare un angolo di meditazione e riflessione che unisca un testo, una parola a una fotografia. Esprimere anche delle espressioni verbali quello che l’occhio vede. Sono appassionato non solamente di fotografia ma produzioni artistiche in generale e credo che la perdita da parte nostra della scrittura manuale ci ha portati a sintetizzare tutto con immagini e disegni. 

One day I thought that a site like this could be an instrument different from the many social networks to tell La Fotografia. Instagram is a chaos of images and videos that crowd our minds first and then our eyes both as observers directly interested in something as simple passersby that we find ourselves captured daily by a fast world where every second of our lives is documented in the moments disparate.

I wanted to create a corner of meditation and reflection that combines a text, a word with a photograph. Also express verbal expressions what the eye sees. I am passionate not only of photography but artistic productions in general and I believe that the loss of our handwriting has led us to synthesize everything with images and drawings.